Logo Dormouse.it
Logo 1
I miei viaggi
Foto Album
Hobbies
e tecnologia
I miei articoli
Il mio scooter
elettrico

Chi sono
Scrivimi

Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici provenienti dal contatore visite Shinystat.
Clicca per informazioni sulla Shinystat Cookie policy
Clicca per negare l’uso dei Cookie Shinystat




Terme di Saturnia (Gr)

DSCF4397


Ponte del 2 gugno 2009

Da tempo io e Donna Clara desideravamo, su consiglio di amici, passare un breve soggiorno alle Terme di Saturnia.
Il ponte del 2 giugno è stata l'occasione giusta e quindi, valutando le varie offerte alberghiere e agrituristiche,
abbiamo prenotato per tempo un hotel nei pressi di Montemerano un grazioso centro medievale, a pochi Km da Saturnia.
In pratica abbiamo avuto a disposizione 3 giorni pieni, nei quali abbiamo deciso di trascorrerne 2 alle terme e 1 in visita alle località limitrofe.


Le Terme

Non mi dilungo nella descrizione delle proprietà curative delle acque di Saturnia e dei cenni storici associati, mi limito a scrivere che le acque sgorgano dal terreno ad una temperatura costante di 36 gradi, odorano di zolfo (quindi non usare il migliore costume da bagno del guardaroba) e da subito danno alla pelle una bella sensazione.

DSCF4394

Esistono due possibilità di godere dei bagni termali. Una è gratuita e si tratta delle famose cascatelle, l'altra è a pagamento nella struttura delle piscine termali.
Le cascatelle si trovano a valle rispetto alle piscine a pagamento e si tratta di un luogo libero e naturale, che non posso descrivere in quanto non ci siamo stati, ma da quello che ho capito è gratuito sì, ma oltre ad essere iper-affollato nei giorni festivi, non vi sono servizi igienici e l'idea che mi son fatto è che si tratta di un luogo più indicato per chi vuole fare un bagno veloce, senza starci tutta la giornata, ripeto che sono mie impressioni che ho avuto passando di lì.
Tengo a precisare che la nostra presenza alle terme non aveva alcun significato curativo, se non un semplice desiderio di relax.
Quindi abbiamo optato per le piscine a pagamento per i seguenti motivi:

L'albergo, come quasi tutte le strutture in zona, era convenzionato e quindi avevamo uno sconto sul prezzo del biglietto d'ingresso.
Le piscine a pagamento sono dotate di spogliatoi, servizi igienici, bar e self-service.
C'è la possibilità di noleggiare lettino e ombrellone.
C'è uno spazio riparato (non chiuso) in caso di pioggia.
Ci sono 2 piscine basse per i bambini.
Oltre a piscine e getti d'acqua a cascata, vi sono vasche idromassaggio e percorsi vascolari.
C'è un numeroso personale pronto ad intervenire in caso di soccorso.

DSCF4390

La scelta è stata azzeccata, abbiamo trascorso due giornate di totale piacere e relax!
Il primo giorno era bel tempo e ci siamo piazzati nel prato esterno, il secondo giorno pioveva e faceva freddo e abbiamo quindi noleggiato un lettino al coperto e a dire il vero come esperienza ci ha maggiormente entusiasmato, in quanto è davvero piacevole fare il bagno nelle calde acque termali con l'aria esterna fredda e con le gocce fresche di pioggia che cadono sul viso.
Concludo con un paio di consigli:
per chi soggiorna in albergo, se viene fornito come servizio, conviene noleggiare l'accappatoio, in quanto la puzza di zolfo rimane per tanto tempo.
Inoltre, anche se la struttura termale è molto grande e capiente, conviene in caso di brutto tempo, andarci al mattino presto, altrimenti si corre il rischio di rimanere senza lettini.

DSCF4467



Le località limitrofe

Il terzo giorno a disposizione, abbiamo visitato le meravigliose località costruite con il Tufo che si trovano a pochi Km da Saturnia, ovvero: Pitigliano, Sorano e Sovana.
Pitigliano è una cittadina più grande delle altre, suggestiva è la vista del centro che si erge alla sommità di una grande collina rossa, come suggestivi sono i suoi borghi carichi di botteghe di artigianato e come suggestiva è la storia antica risalente al Medioevo e alle sue cantine scavate nella roccia.
A
Sorano siamo appena transitati in macchina, ma c'era un fortissimo acquazzone, la bimba dormiva e di conseguenza, con un po' di rammarico, non ci siamo potuti fermare.
Invece, complice una bella schiarita del cielo, siamo riusciti a visitare lo splendido borgo medievale di
Sovana, un posto meraviglioso.

DSCF4410 Pitigliano

DSCF4433 Sovana

Il giorno del viaggio di ritorno abbiamo fatto una visita veloce al borgo medievale di
Montemerano (bello) e nei vicoli di Scansano, carina località dalle molte enoteche, rinomata per il famoso vino Morellino di Scansano.



La gastronomia

Nella zona, inutile a dirlo, come in tutta Italia, si mangia molto bene, tuttavia devo con rammarico rilevare che la presenza delle Terme e quindi di tanti turisti, ha portato alcuni ristoratori della zona ad applicare prezzi molto alti, ben oltre a mio avviso il livello di qualità offerti.
Abbiamo cenato in due ristoranti nei pressi di Montemerano, quindi non possiamo permetterci di generalizzare, ma consigliamo a chi, come noi:
Non si abbuffa, ma vuole uscire da un ristorante a stomaco pieno,
è con bambini e non vuole stare seduto 3 ore a tavola,
si accontenta di un semplice vino sfuso della casa,
non ha soldi da buttare via,
di informarsi bene e di evitare certi "presunti" ristoranti di classe.
Al limite consigliamo di raggiungere il centro di Saturnia dove ci sono delle pizzerie che fanno anche da ristorante, in una delle quali abbiamo mangiato bene, velocemente e a buon prezzo, senza tanti fronzoli...